eScommesse scommesse sportive , casinò & poker online » Casinò & Bingo » Casino e Lotteria in crisi? Parte 2
0 Share Share Tweet Share

Casino e Lotteria in crisi? Parte 2


Continua l'articolo pubblicato qualche giorno fa e che potete trovare seguendo il collegamento in calce alla pagina.

Dopo aver affrontato il disastroso flop della Lotteria Italiana di questo anno, analizziamo ora approfonditamente quello che sta succedendo nei Casino italiani.

Venezia perde il suo Casinò

Proprio quando la mania per gioco e scommesse sembrano impazzire online, come abbiamo approfondito nel nostro recente articolo dedicato al film PokerGeneration – da pochi giorni recensito su Repubblica.it – e all'impatto mediatico che questo tipo di giochi ha avuto nella società negli ultimi anni, allo stesso modo sembra entrato definitivamente in crisi il mercato gemello, ovvero quello dei Casino reali, in carne e ossa.

Il Casinò di Venezia ha registrato per l'anno 2011 una flessione del ben 12.6% (fonte Corriere del Veneto, annunciato il 18 Novembre 2011 e poi ripreso Mercoledì 4 Gennaio 2012) e si conferma la maglia nera tra le sale da gioco nazionali. Tutte comunque in crisi, gli stessi dati infatti riguardano Sanremo, mentre un po' meglio se la passano Campione e Vincent.

Quali le ragioni?

Tra le ragioni della crisi molti guardano alla vera e propria esplosione del gioco online. A dire il vero il ruolo da protagonista l'ha giocata anche la crisi economica europea e la maggior tassazione sul gioco di cui avevamo già parlato in Nuovo anno, nuova tassa su gioco e lotteria.

In questo periodo di crisi, gli unici operatori che non sembrano venirne affetti sono le sale da gioco online. Perchè? Forse per le loro incredibili promozioni. Per esempio:

Nello stesso periodo in cui i Casinò prosciugavano i propri conti in banca infatti i giochi detenuti dal Monopolio di Stato segnano +25% e il solo gioco online registra cifre record chiudendo il 2011 con incassi pari a 350 milioni di Euro.

E l'amministrazione del Casino di Venezia avverte che se nel 2012 dovesse venir confermato questo trend negativo é possibile che la sala da gioco di Ca' Vendramin e Ca' Noghera non riescano a pagare al Comune di Venezia quanto pattuito.

Ciò automaticamente si tradurrebbe in un unico modo: la necessità di una ricapitalizzazione privata.

In altre parole, il Casinò andrebbe almeno in parete venduto ai privati e il Comune perderebbe una delle sue maggiori fonti di guadagno, il Casino é infatti importantissimo a livello locale dal momento che i proventi finanziano a loro volta manifestazioni artistiche, sportive e culturali del panorama lagunare.

Ma può una città come Venezia permettersi di perdere l'ennesimo tra i suoi gioielli?

Per leggere la parte iniziale dell'articolo segui Casinò e Lotteria in crisi? Parte 1

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Scrivi un commento

0
Share
Share Tweet Share

Giocare può causare dipendenza patologica - É vietato il gioco ai minori di anni 18.
Ricorda di controllare le leggi in vigore nel tuo paese di residenza prima di registrarti.
Copyright Scommesse Online © 2004-2017