eScommesse scommesse sportive , casinò & poker online » Poker » Poker Online: un vizio pericoloso
0 Share Share Tweet Share

Poker Online: un vizio pericoloso

gioca responsabileSe non vedete l’ora di tornare a casa, accendere il vostro pc e giocare a poker online, se evitate di uscire con gli amici, se nemmeno gli altri hobbies vi interessano più perché alle 23.00 inizia un torneo di poker con in palio un bolide da 200 cavalli… beh, allora avete un considerevole problema ed è quello del gioco d'azzardo compulsivo.

Il gioco del poker online non è più fine a se stesso ma è diventato un pericoloso vizio.

Lo Stato italiano ha da poco legalizzato uno più celebri giochi d’azzardo, il poker, promettendo però di garantire sia un tetto massimo delle puntate (che partono da un minimo di 50 centesimi a un massimo di 100 euro) che la rintracciabilità dei pagamenti, per scongiurare il rischio di riciclaggio di denaro sporco.

I monopoli giustificano la decisione di rendere legale il poker online nel Bel Paese solo per sottrarre quote di gioco illegale o irregolare dai siti esteri che ormai da tempo offrono lo stesso servizio.

L’ADOC però non la pensa così.
Secondo l’ Associazione nazionale per la difesa e l'orientamento dei consumatori difatti, se per gli oltre 500 mila appassionati di poker italiani la spesa media procapite annua si aggira intorno alla pur considerevole cifra di 600 euro circa, per 16mila giocatori il gioco degenera in un vero e proprio vizio che comporta un debito medio annuo di 30 – 40mila euro.

Ricordate che i siti con casinò virtuali conoscono benissimo il vostro profilo: maschio tra i 24 e i 44 anni con una buona conoscenza dei sistemi informatici e la propensione al rischio (ultimamente anche molto più giovani e magari con le carte di credito di papà). Se vi conoscono bene sanno anche che perderete, perché nessuno vi dirà mai basta o rifiuterà il vostro versamento, anzi lo incoraggerà magari con un allettante codice promozione per farvi passare anche quell’ultimo piccolo senso di colpa che vi era rimasto.

Forse portare il proprio caso alla pubblica gogna sarebbe il miglior incentivo alla cautela, ma, fortunatamente possiamo dire che la maggior parte dei giocatori di poker mantiene una considerevole dose di raziocinio nel gioco.

E' molto facile entusiasmarsi e questo è normale ed umano ma l’entusiasmo del momento non può e non deve incidere sul proprio bilancio familiare.

Ancora una volta lo ribadiamo, no al dilettantismo e alle facili illusioni.

Chiedete a Baldini, a Pupo, a Emilio Fede, a Tom Jones che sanno cosa vuol dire giocare a poker online.



Il servizio del TG2 sulla pericolosità del gioco che può creare dipendenza come la droga e l'alchool

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/5 (3 votes cast)
Poker Online: un vizio pericoloso, 5.0 out of 5 based on 3 ratings

Scrivi un commento

0
Share
Share Tweet Share

Giocare può causare dipendenza patologica - É vietato il gioco ai minori di anni 18.
Ricorda di controllare le leggi in vigore nel tuo paese di residenza prima di registrarti.
Copyright Scommesse Online © 2004-2017

+18Gioca Responsabilmente

https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it

Better Collective A/S - Indirizzo: Toldbodgade 12 - 1253 Copenhagen K - Denmark - Phone: +45 29 91 99 65